×

Attenzione

Solo gli utenti registrati possono aggiungere nuovi posts, per favore esegui il login

 

Cari amici,

registratevi sul nostro sito web così

potrete lasciare un messaggio sul libro degli ospiti, segno del vostro passaggio sul sito!

Un saluto, un commento, un pensiero, una preghiera.

Tutto ciò che desideri, con il cuore aperto a Maria Santissima e Gesù

 

Nunzio

L’inferno e il Paradiso

 

Dopo una lunga vita, un credente giunse nell’aldilà e fu destinato al Paradiso

Era un tipo pieno di curiosità e chiese di poter dare prima un’occhiata anche all’Inferno.

Un angelo lo accontentò e lo condusse all’inferno.

Si trovò in un vastissimo salone che aveva al centro una tavola imbandita con piatti colmi e pietanze succulente di golosità inimmaginabili.

Ma i commensali, che sedevano tutt’intorno, erano smunti, pallidi e scheletriti da far pietà.

” Com’e’ possibile? “, chiese il credente alla sua guida. ” Con tutto quel favoloso e squisito cibo che hanno davanti ! “



” Vedi ” rispose l’angelo “ Quando arrivano qui, come prima cosa ricevono le posate per mangiare, solo che sono lunghe più di un metro e devono essere rigorosamente impugnate all’estremità.  Solo così possono portarsi il cibo alla bocca “

Il credente rabbrividì.

Era terribile la punizione di quei poveretti che , per quanti sforzi facessero , non riuscivano a mettersi neppure una briciola sotto     i denti.



Non volle vedere altro e chiese di andare subito in Paradiso .

Qui lo attendeva una sorpresa .

Il Paradiso era un salone assolutamente identico all’Inferno !

Dentro l’immenso salone c’era l’infinita tavolata di gente, e una identica sfilata di piatti deliziosi .

Non solo, ma tutti i commensali erano muniti delle stesse posate lunghe più di un metro , da impugnare all’estremità per portarsi il cibo alla bocca.



C ‘era una sola ma sostanziale differenza : qui la gente intorno al tavolo era allegra , ben pasciuta , sprizzante di gioia .

” Ma com’ e’ possibile ? “ , chiese il credente.

L’angelo sorrise.

” All’inferno ognuno si affanna ad afferrare il cibo e portarlo alla propria bocca, perché si sono sempre comportati così nella vita.

Qui al contrario, ciascuno prende il cibo con le proprie posate e subito si preoccupa di imboccare il proprio vicino”.


Lunedì, 08 Settembre 2014 09:19
fabio

Carissima associazione medjugorje como,siamo Fabio e Domenica da Pavia siamo stati il 13 aprile 2014 a Cucciago all'incontro di preghiara con lIroni Spuldaro. Un saluto a tutta l'associazione medjugorje como,un saluto particolare e ringraziamento al signor Sabino e signora Lia e Luisella. Ci vediamo il 29 giugno.Io Fabio volevo chiedervi se potete ricordarmi nelle vostre preghiere,perche' e' un mese che ho un problema di salute.grazie,VIVA GESU' CRISTO.


Sabato, 03 Maggio 2014 14:05
Martino

Saldo è il mio cuore, quando penso Signore e vedo intorno a me, la Creazione.

Ti ringrazio Signore che faccio parte di questa meraviglia... 


Sabato, 08 Marzo 2014 09:55
Nunzio

La preghiera del pellegrino

Signore,
io mi metto in cammino sempre
per raggiungerti e incontrarti.
Tutta la mia vita
è un grande viaggio
per scoprirti, conoscerti e amarti.
Diventare tuo discepolo
è lo scopo di tutto
il nostro camminare nella vita.
Fà che impari
a migliorare me stesso
guidato dalla parola del tuo vangelo.
Solo così farò veramente
quel pellegrinaggio che mi aiuta
a diventare un vero cristiano.
Tutto ciò che ho conosciuto
e imparato, ora diventi patrimonio
della mia esistenza.
Perchè io lo possa trasmettere
con la testimonianza
di una vita di fede.


Domenica, 02 Marzo 2014 11:07